https://docs.google.com/viewer?a=v&pid=sites&srcid=ZGVmYXVsdGRvbWFpbnxlbmRvZnRpbWViYWxsYWR8Z3g6NzYyNjFlODI2MmI4ZGU0MA
Segreto di sangue

«Alwine! Lady Alwine!»

La voce della balia risuonò stridula lungo il corridoio della servitù. Sillabe secche, rapide come colpi di frusta. Le basse arcate del soffitto fornirono cassa di risonanza alla crescente irritazione della donna. La terzogenita di Stilth non era al davanzale del tombolo, nella sala della musica o nelle proprie stanze. L'aveva cercata ovunque, senza risultato. Quella peste se l'era filata un'altra volta, ecco la verità!

La dama sfiorò coi polpastrelli la linea dura della bocca, per poi salire a rassettarsi la crocchia di capelli grigi. Un gesto automatico, che non servì a calmarla. Dita e labbra continuarono a tremarle.